CINEMA TEATRO FILO



VEN 2 DIC - ORE 21.00
SAB 3 DIC - ORE 21.00
DOM 4 DIC - ORE 21.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50
  SOLO PER SOCI ANTANI  
  DOM 4 DIC - ORE 21.00 - 5 URO  


FOREVER YOUNG
Regia di Valeria Bruni Tedeschi. Un film con Baptiste Carrion-Weiss, Alexia Chardard, Louis Garrel, Léna Garrel, Liv Henneguier.
Drammatico - Francia, Italia, 2022, durata 126 minuti
.

Parigi, 1986. È il momento delle audizioni per entrare nella prestigiosa scuola di recitazione del Théâtre des Amandiers, il cui direttore artistico era il carismatico Patrice Chéreau. Fra i pochi fortunati ammessi ci sono la bella Stella, concupita dal tenebroso e tormentato Etienne come dall'entusiasta Victor, Adèle la rossa e Frank che è già sposato e in attesa di un figlio, una ragazza incinta, un'altra gay, un cantante: tutti intorno ai vent'anni, tutti posseduti dal sacro fuoco della recitazione. È l'epoca dell'amore libero, ma lo spettro dell'Aids comincia già a farsi strada, e sarà destinato a porre fine alla gioiosa promiscuità cui i ragazzi sono abituati; così come le droghe facili taglieranno le gambe a chi fatica a gestire il proprio equilibrio interiore. Qualcuno ce la farà, nel teatro e nella vita, qualcun altro soccomberà alle pressioni di un mondo esterno in cambiamento. 







VEN 25 NOV - ORE 21.00
SAB 26 NOV - ORE 21.00
DOM 27 NOV - ORE 21.00  A 
MER 30 NOV - ORE 21.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50
  SOLO PER SOCI ANTANI  
  DOM 27 NOV - ORE 21.00 - 5 URO  


TORI E LOKITA
Regia di Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne.
Un film con Mbundu Joely, Pablo Schils, Marc Zinga, Claire Bodson, Baptiste Sornin.
Drammatico - Francia, 2022, durata 80 minuti
.

PREMIO 75° ANNIVERSARIO FESTIVAL DI CANNES 2022

Lokita è una ragazza che, nell'arrivo in Europa, ha incontrato un bambino, Tori. I due sono diventati di fatto, pur provenendo l'una dal Camerun e l'altro dal Benin, fratello e sorella. Per la legge del Belgio però devono poterlo dimostrare e, non riuscendovi, il lato peggiore della vita è in loro attesa. 







MER 23 NOV - ORE 21.00
SAB 26 NOV - ORE 18.30

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50
  SOLO PER SOCI ANTANI  
  DOM 20 NOV - ORE 21.00 - 5 URO  


LA SIGNORA HARRIS VA A PARIGI
Regia di Anthony Fabian.
Un film con Lesley Manville, Isabelle Huppert, Lambert Wilson, Alba Baptista, Lucas Bravo.
Drammatico - Gran Bretagna, Ungheria, 2022, durata 115 minuti
.

A metà tra commedia sociale e romantica, la storia della signora Harris parte con il lancio di una monetina. Siamo nella Londra degli anni 1950, la fortuna non bussa spesso alla porta della protagonista, una signora delle pulizie che fatica ad arrivare a fine mese, specie da quando non ha più notizie di suo marito. Le clienti sono sempre più esigenti, si 'dimenticano' spesso di pagarla e lei tira avanti come può. Un giorno scopre nell'armadio di una di loro uno sfavillante abito di alta moda e se ne innamora. Non si innamora solo dell'abito, chiaramente, ma dell'idea stessa di poter essere finalmente vista, guardata, ammirata, considerata. 






SPETTACOLO UNICO
MER 16 NOV - ORE 21.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50


NOTTE FANTASMA
Regia di Fulvio Risuleo.
Un film con Edoardo Pesce, Yothin Clavenzani.
Drammatico - Italia, 2022, durata 83 minuti.

Anteprima del film NOTTE FANTASMA
alla presenza del Regista Fulvio Risuleo

È sabato sera, Tarek ha programmato una serata con gli amici: playstation e junk food. Prima di incontrarli passa per il parco a comprare qualche grammo di fumo. Qualcuno però lo tiene d’occhio dall’interno di un’automobile, ha visto tutto e lo avvicina: è un poliziotto. L’uomo è misterioso, minaccioso e allo stesso tempo a suo modo gentile e un po’ complice. Invece di portarlo al distretto, il poliziotto costringe Tarek a stare con lui per tutta la notte tra risse, inseguimenti e fughe. Ma all’alba i loro ruoli potrebbero invertirsi.. 


Alla sua terza regia di lungometraggio dopo Guarda in alto e Il colpo del cane, Fulvio Risuleo si cimenta con una sorta di road movie allucinato e straniante che riesce a raccontare molte cose contemporaneamente, senza fare proclami e innalzare manifesti ideologici: l'immigrazione, la desolazione urbana, la perdita di direzione e di senso di figure maschili in qualche modo sotto scacco, e la definizione stessa di virilità contemporanea.




(fonte - https://www.mymovies.it)






SAB 19 NOV - ORE 18.00
DOM 20 NOV - ORE 18.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50


BOILING POINT
IL DISASTRO È SERVITO
Regia di Philip Barantini.
Un film con Stephen Graham, Jason Flemyng, Ray Panthaki, Hannah Walters, Malachi Kirby.
Drammatico - Gran Bretagna, 2021, durata 92 minuti.
.

MIGLIOR CASTING BRITISH INDEPENDENT 2021
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAG. BRITISH INDEPENDENT 2021
MIGLIOR FOTOGRAFIA BRITISH INDEPENDENT 2021
MIGLIOR SUONO BRITISH INDEPENDENT 2021

Lo chef Andy arriva in ritardo per il turno serale presso il suo ristorante londinese. Ai problemi personali con il figlio e l'ex-moglie si aggiungono le piccole beghe tra i membri del suo staff e un'ispezione sanitaria che ha trovato qualche magagna nella cucina. La squadra si prepara comunque ad accogliere gli ospiti, guidati dalla manager Beth, mentre l'aiuto di Andy, Carly, medita di accettare un'offerta di lavoro altrove. A complicare le cose ci si mette l'arrivo di Alistair, un tempo mentore di Andy e ormai divenuto celebrity chef in televisione. Tra i due c'è tensione, rivalità, e delle questioni di affari da risolvere.


Tutto in una notte tra i tavoli di un ristorante: il secondo film dell'attore divenuto regista Philip Barantini è un thriller serrato dall'ambientazione affascinante, che tiene la tensione alta grazie a uno scenario da incubo per ogni ristoratore, in cui ogni cosa che può andar male finisce per andare anche peggio.


(fonte - https://www.mymovies.it)






ULTIMO SPETTACOLO
DOM 27 NOV - ORE 18.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50


L'OMBRA DI CARAVAGGIO
Regia di Michele Placido.
Un film con Riccardo Scamarcio, Louis Garrel, Isabelle Huppert, Micaela Ramazzotti, Mario Molinari
Drammatico - Italia, 2022, durata 120 minuti.
.

Napoli, 1609. Michelangelo Merisi, noto a tutti come Caravaggio, trova rifugio presso la famiglia Colonna in attesa della grazia papale che gli permetterebbe di sfuggire alla decapitazione come punizione esemplare per aver ucciso l'amico-rivale Ranuccio. Il pittore e scultore sostiene di essersi semplicemente difeso da un agguato, poiché durante la sua vita "da avanzo di galera", fatta di grandi bevute e di rapporti sessuali con "donne di malaffare" e ragazzi, le risse sono state all'ordine del giorno. Del resto la sua "vita spericolata" è riflessa nei suoi dipinti, in cui una prostituta può diventare la Vergine Maria e un senzatetto San Pietro capovolto sulla croce. Per questo la Chiesa gli mette alle calcagna una sorta di inquisitore che ha il compito di indagare sul suo passato e di mettersi in contatto con le persone a lui più vicine, quelle che malgrado tutto lo proteggono: in primis la marchesa Costanza Colonna e il nipote del Papa, Scipione Borghese. 


Michele Placido utilizza l'escamotage dell'indagine per ripercorrere gli episodi salienti della vita di Michelangelo Merisi e per mostrare il modo in cui gli incontri fatti dall'artista siano riflessi nella sua opera.

(fonte - https://www.mymovies.it)








Dopo il grande successo della prima edizione, torna a partire da giovedì 3
novembre e per i successivi giovedì, sempre alle ore 21.00, la seconda edizione di DEMONI D’AUTORE - E NULLA FU PIU' COME PRIMA, 3 film iconici del genere horror declinati in vari modi.
Anche questa nuova edizione ha la direzione artistica di Antonio Capra.

Come già nella precedente edizione, per rendere la visione del film unica e memorabile, in sala e all'ingresso saranno realizzate apposite scenografie che ricreeranno le atomosfere ed i momenti più iconici dei tre film.  

"Dopo la scorsa edizione anche quest’anno ho deciso di riproporre tre film horror iconici e in qualche modo capostipiti di genere che spaziano dalla fine anni 70 agli inizi anni 80. 
Si inizierà con Carrie, lo sguardo di satana, di Brian de Palma, film a basso budget che si rivelerà un clamoroso successo ed in breve tempo un vero e proprio cult. Per poi passare ad Alien di Ridley Scott in cui, tra claustrofobici labirinti di astronavi, alcuni astronauti sono minacciati da un essere sconosciuto. Per concludere con Un lupo Mannaro americano a Londra, emblematico esempio di commedia Horror del genio assoluto di John Landis.
Tre film che non tutti, soprattutto i più giovani, conoscono. 
E' loro che vogliamo portare in sala, non solo per riscoprire questi capolavori, ma anche per vivere un'esperienza unica di visione... arricchita dalle scenografie, gli effetti speciali e sonori con cui allestiremo il Cinema Filo"
Antonio Capra, Direzione Artistica Demoni d'Autore

"Nella prima edizione di DEMONI D'AUTORE ci siamo stupiti della grande partecipazione di pubblico, anche molto giovane, che ha apprezzato l'idea di riproporre grandi classici del genere horror cercando di creare intorno allo spettatore un'atmosfera immersiva in gradio di render ancora più coinvolgente il film proiettato sullo schermo.
Quanti spettatori possono dire infatti di aver assistito al film Psycho in compagnia della stessa madre di Norman Bates o Nosferatu alla presenza del Principe della notte? Tutto ciò è stato possibile solo al CinemaFILO. 
E per questo ringraziamo Giorgio Mantovani e la Società Filodrammatica Cremonese che ci permettono di potare a compimento il sogno di rendere "unico e grande" il Cinema Teatro Filo, la competenza visionaria di Antonio Capra che ci accompagna in questo viaggio alla riscoperta di grandi capolavori cinematografici, Saul Paloschi e Maresca Gambino per le loro abilità artisctiche e tutto il pubblico di cinefili che ci sostiene e sprona a dare sempre il meglio"
Luca Beltrami e Giovanni Schintu, gestori del Cinema Filo

Si inizia giovedì 3 novembre con CARRIE LO SGUARDO DI SATANA, di Brian De Palma del 1976, che per la prima volta vede un romanzo di Stephen King portato sul grande schermo: un classico dello splatter adolescenziale ormai diventato un cult per gli amanti dell’horror.


Quindi giovedì 10 novembre si proseguirà con ALIEN, il capolavoro indiscusso di Ridley Scott del 1979 con una sublime Sigourney Weaver, dove il vero protagonista è l'alieno, concepito dalla follia visionaria di H.R. Giger e realizzato da Carlo Rambaldi, divenuto nel corso degli anni una vera e propria icona, cinematografica e non solo. Forse la più inquietante meditazione sul ruolo della specie umana nel cosmo che il cinema abbia mai offerto.


La rassegna si concluderà il 17 novembre con UN LUPO MANNARO AMERICANO A LONDRA (1981) dove il regista John Landis si cimenta con successo in un film nel quale coniuga elementi classici del genere horror con uno spiccato senso dell'umorismo tipico di altri suoi lavori (fra tutti, The Blues brothers).


Biglietti
Intero - 8,00 euro
Ridotto over 65 - 7 euro, Studenti - 6,50 euro, Soci Antani - 5,00 euro
Soci Società Filodrammatica - Ingresso Gratuito





MER 2 NOV - ORE 21.00
SAB 5 NOV - ORE 18.00
DOM 6 NOV - ORE 18.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50


TRIANGLE OF SADNESS
Regia di Ruben Östlund.
Un film con Woody Harrelson, Harris Dickinson, Charlbi Dean Kriek, Zlatko Buric, Iris Berben.
Satirico - Svezia, 2022, durata 149 minuti..

PALMA D'ORO AL FESTIVAL DI CANNES 2022

I modelli Carl e Yaya, dopo aver discusso di denaro una sera al ristorante, vengono invitati ad una crociera di lusso, tra milionari soli e accompagnati di varie provenienze e anziani e gentili fabbricanti d'armi. Ma la sera della cena col capitano una terribile mareggiata getta ospiti e equipaggio nel caos più totale, e i due bellissimi si ritrovano spiaggiati su un'isola, senza essere in grado di procurarsi aiuto né cibo. 


Ostlund ama indubbiamente mettere il dito nella piaga ma ancora di più ama osservare la piaga da una prospettiva originale, spesso contraria al comune senso di marcia.


(fonte - https://www.mymovies.it)






SPETTACOLO UNICO
MER 9 NOV - ORE 21.00


BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50


CASCO D'ORO
Regia di Jacques Becker.
Un film con Simone Signoret, Serge Reggiani, Claude Dauphin, Gaston Modot.
Drammatico - Francia, 1952, durata 96 minuti. .

MIGLIOR FILM STRANIERO
NASTRI D'ARGENTO 1956

Il più celebrato e amato capolavoro di Jacques Becker, storia d’un amour fou, del suo esito fatale, del suo contesto a un tempo sordido e splendido, la Parigi malavitosa di fine Ottocento ispirata alle stilizzazioni dell’illustrazione popolare, accesa da uno sfolgorante bianco e nero e dal fuoco dei sentimenti, che siano l’amore, l’amicizia o l’anarchia. Casco d’oro è Simone Signoret, prostituta dall’alta e abbagliante chioma che manda in rovina l’onesto carpentiere Serge Reggiani, entrambi nell’interpretazione d’una vita.


Becker è affascinato dagli oggetti, dalle scenografie, e dal modo in cui rivelano i pensieri, le convinzioni e le emozioni degli uomini e delle donne che li utilizzano. È evidente che un simile talento potrà esercitarsi più facilmente su un soggetto contemporaneo che su uno storico, ed è questo che conferisce a Casco d’oro un rilievo particolare fra i successivi film del suo autore. Si noterà tuttavia che Becker, nonostante il fascino delle scenografie, ha fatto di tutto perché Casco d’oro fosse realistico, come mostrano in particolare le sequenze finali altrettanto implacabili, e non meno straordinarie, di quelle del miglior Rossellini (alcune scene di Roma città aperta e l’ultimo episodio di Paisà), ma dotate in più della forza che conferisce loro un assoluto controllo estetico del soggetto. (Lindsay Anderson) 




(fonte - https://www.mymovies.it)






ULTIMO SPETTACOLO
MER 26 OTT - ORE 21.00

BIGLIETTI
INTERO 8,00 - OVER65 7,00 - STUDENTI 6,50


ASTOLFO
Regia di Gianni Di Gregorio.
Un film con Stefania Sandrelli, Gianni Di Gregorio, Simone Colombari, Agnese Nano, Alberto Testone.
Commedia - Italia, 2022, durata 97 minuti
.

Astolfo è un professore in pensione che vive a Roma in un vecchio appartamento da cui viene gentilente sfrattato. Gli affitti sono lievitati e il professore decide di tornare in provincia, sulle colline di Artena dove è ubicato il palazzo nobiliare di famiglia. I suoi grandi salotti polverosi sono abitati da un povero diavolo caduto in disgrazia come lui. Insieme decidono di affrontare il presente, il sindaco, che ha costruito sulle terre appartenute in un tempo remoto alla sua famiglia, e un prete invadente, che ha murato il suo salone e occupato le sue stanze per la ricreazione. Ma l'amore per Stefania, una bella signora introdotta dal cugino farfallone, scuoterà l'ordinarietà del quotidiano e darà un senso nuovo alla sua esistenza. 


Volevo spostarmi da Roma, da San Pietro, da Trastevere. Certo, non mi sono allontanato di molto, circa un'ora dalla Capitale, ma ad Artena ho trovato una libertà nel racconto, nella luce, nella natura dei posti. Artena - ha detto in conferenza stampa il regista e protagonista di Astolfo - è un paese meraviglioso, non volevamo andare più via. Ho sentito un grandissimo calore. Qualcosa di umano nei paesi c'è sempre".



(fonte - https://www.mymovies.it)